I gruppi terroristi in Siria riprendono l’iniziativa dopo l’appoggio aereo USA

I terroristi aprono il fuoco pesante contro l’Esercito siriano facendo seguito all’attacco missilistico della Coalizione degli Stati Uniti

BEIRUT(FNA) – I gruppi terroristi jihadisti, schierati in alcune parti delle province di Aleppo e Homs, hanno lanciato pesanti attacchi alle posizioni dell’Esercito siriano dopo che Stati Uniti, Regno Unito e Francia hanno preso di mira il territorio siriano con i bombardamenti del sabato.
Il Fronte di Al-Nusra (noto anche come Fatah al-Sham Front o Levant Liberation Board), schierato nella città di Khan Touman nel sud-ovest di Aleppo, ha lanciato un attacco missilistico sulle posizioni dell’Esercito nei pressi di un aeroporto militare.

Nel frattempo, altri gruppi terroristici hanno preso d’assalto le posizioni dell’Esercito siriano ed hanno preso parte a feroci scontri con gli uomini dell’Esercito dopo che gli Stati Uniti, la Francia e la Gran Bretagna hanno lanciato attacchi missilistici sul suolo del paese in guerra lo scorso sabato.

Anche le unità dell’Esercito siriano e con artiglieria e missili hanno martellato le posizioni dei terroristi nelle regioni di Taldu e Kafr Laha nel nord di Homs, infliggendo gravi perdite ai terroristi.

Gli esperti ritengono che gli attacchi intensificati dei gruppi terroristici contro l’esercito nelle zone di Aleppo e di Homs dimostrano il coordinamento tra loro e la coalizione guidata dagli Stati Uniti. Sembra certo che il comando della coalizione USA fornisce ai gruppi terroristici le coordinate GPS degli obiettivi da colpire.

Terrorista di Al Nusra

In uno sviluppo rilevante di sabato, l’Esercito e le forze alleate si sono impegnati in feroci scontri con i terroristi dell’ISIS nelle vicinanze della città di al-Sukhnah, nel nord-est di Homs, riconquistando il controllo di diversi punti vicino alla strada strategica di Deir Ezzor.

Nel frattempo, gli elicotteri russi hanno pesantemente martellato le posizioni e le mosse dei terroristi dell’ISIS nelle aree deglio scontri e nelle regioni vicine, infliggendo ingenti danni e perdite ai miliziani.

Una fonte militare ha riferito che le forze dell’Esercito siriano, sostenute dalla Russia, hanno respinto le offensive dell’ISIS contro le loro posizioni militari nei pressi del Reggimento 16, sottolineando che decine di terroristi sono stati uccisi durante le operazioni.

Gli Stati Uniti, la Francia e il Regno Unito avevano lanciato una serie di attacchi alla Siria sabato per rappresaglia per il presunto attacco chimico del governo siriano nella città di Douma. L’assalto è arrivato poche ore prima che il gruppo dell’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPCW) arrivasse a Douma per determinare se le armi chimiche fossero state effettivamente utilizzate in quel posto.

Terroristi di Al Nusra

Secondo il ministero della Difesa russo, l’attacco missilistico contro le infrastrutture militari e civili della Siria è stato effettuato da aerei e navi militari statunitensi in cooperazione con le forze aeree britanniche e francesi, mentre le difese aeree siriane hanno abbattuto 71 dei 103 missili sparati dal Coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Nota: Risulta ormai noto che il gruppo terroristico di AL Nusra(oggi denominato in Fatah al-Sham Front ) è quello direttamente appoggiato ed armato da USA ed Arabia Saudita. Lo stesso gruppo, autore di ogni sorta di efferatezza contro i civili siriani, viene definito come “gruppo di opposizione” da Washington e dai media atlantisti. Questo gruppo, costituito da elementi di molte nazionalità, è il più organizzato ed il più armato e dispone anche di moderni missili antiaerei made in USA che sono stati forniti loro attraverso l’Arabia Saudita assieme a molte tonnellate di armamenti e equipaggiamenti vari.

Fonti: Fars News   Al Masdar News

Traduzione e nota: Luciano Lago

Share on Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *